Presentazione
Come fare Servizio Civile
Programma di formazione

L'impegno per la pace

OBIETTIVI GENERALI DELLA FORMAZIONE

MODALITA’ DI ATTUAZIONE

CONTENUTI DELLA FORMAZIONE GENERALE

A partire dai contenuti previsti per la formazione generale nella circolare "Linee guida per la formazione generale dei volontari", ed il sistema di formazione verificato dall’UNSC in sede di accreditamento, si propone una formazione generale che preveda due fasi (istituzionale e permanente).

Una prima fase di 30 ore (da realizzare nei primi 4 mesi) che tiene conto delle indicazioni delle "Linee guida per la formazione generale dei volontari"in cui presentare ad un primo livello i singoli argomenti che saranno poi, dove necessario, approfonditi a partire dalle esigenze del gruppo.

Verranno unificate alcune tematiche all’interno dei momenti istituzionali previsti e verrà dedicato il primo periodo all’aspetto formativo istituzionale (una giornata settimanale).

La tempistica verrà modulata secondo la tabella sottostante:

 

Moduli UNSC

Moduli Caritas

Tempistica

(ore)

Modalità (per ore ) *

  • L’identità del gruppo in formazione
  • sostenere l’esperienza e la sua rielaborazione
  • favorire l’attenzione alla cura delle relazioni
  • sostenere la motivazione
  • sostenere l’orientamento per il futuro

3+3

1 F – 5 I

  • Dall’obiezione di coscienza al servizio civile nazionale: evoluzione storica, affinità e differenze tra le due realtà
  • comprendere il significato di concorrere alla difesa della patria

2

2 F

  • Il dovere di difesa della Patria

2

2 F

  • La difesa civile non armata e nonviolenta

2

1 F – 1 I

  • La protezione civile
  • favorire l’educazione alla pace, alla cittadinanza attiva, alla solidarietà, alla responsabilità ambientale

3

2 F – 1 I

  • La solidarietà e le forme di cittadinanza

3

2 F – 1 I

  • Servizio civile nazionale, associazionismo e volontariato
  • conoscere il sistema del Servizio Civile Nazionale

3

2 F – 1 I

  • La normativa vigente e la Carta di impegno etico

2

1 F – 1 I

  • Diritti e doveri del volontario del servizio civile

2

2 F

  • Presentazione dell’Ente
  • conoscere la specificità della Caritas come ente ecclesiale

3

2 F – 1 I

  • Il lavoro per progetti
  • acquisire competenze e abilità per lo svolgimento del servizio
  • abilitare e sostenere la comunicazione e l’animazione del territorio durante e dopo il servizio

2

1 F – 1 I

 

TOTALI:

 

30

18 F – 12 I

* F: lezione frontale; I: dinamiche non formali

Al termine della prima fase verranno proposti alcuni strumenti per verificare il gradimento e l’interesse dei giovani rispetto a tutte le tematiche presentate, in modo da programmare il restante percorso formativo.

Una seconda fase (42 ore), definita come formazione permanente, dove sarà possibile dedicare più attenzione e tempo ad alcune tematiche rispetto ad altre partendo dalle esigenze e dalle risorse dei giovani e delle realtà locali. Si approfondiranno gli stessi contenuti affrontati nelle prime 30 ore e si individueranno altre tematiche in base alle esigenze ed alla situazione del gruppo particolare di volontari.

Il programma di massima viene illustrato nella seguente tabella, nel cui campo Note vengono riportati i numeri dei moduli formativi della Determina dell’UNSC quando vi viene fatto riferimento.

 

FORMAZIONE GENERALE PERMANENTE

MODULO

ARGOMENTO

Note

EDUCAZIONE ALLA PACE

  • Il dovere di difesa della Patria, obiezione di coscienza e Servizio civile
  • Gestione dei conflitti e difesa civile non armata e nonviolenta
  • Pace, nonviolenza e conflitto nel Vangelo e nella storia della Chiesa
  • Partecipazione a importanti manifestazioni per la pace (veglia diocesana, marcia Perugia Assisi, …)

3; 2

 

3

4

DIRITTI UMANI E CITTADINANZA RESPONSABILE

  • La dichiarazione universale dei diritti dell'Uomo, l'ONU e i trattati internazionali
  • Principi fondamentali della Costituzione italiana
  • Le politiche sociali in Italia con particolare riferimento all’occupazione, alla previdenza sociale ed alle fasce deboli della società
  • Fondamenti teologici, biblici, dottrinali e pastorali della testimonianza della carità.

3; 6

3; 6

6

EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO

  • Quadro sistematico delle povertà nel Sud e nel Nord del mondo
  • La dimensione politico-economica
  • La dimensione politico-militare
  • La dimensione culturale e massmediatica
  • Lo sviluppo "sostenibile": stili di vita sobri, uso di energie rinnovabili, Consumo equo e solidale, finanza etica.
  • Esperienza di condivisione con una comunità solidale

6

6

6

6

6

 

LA COMUNICAZIONE NELLA SOCIETA’ INFORMATIZZATA

  • Struttura fondamentale Hardware e software di un sistema di elaborazione
  • Panoramica sulle applicazioni per Office Automation
  • Panoramica sulle applicazioni per Internet

CONTENUTI DELLA FORMAZIONE SPECIFICA

  • Conoscenza dei Servizi socio – educativi.
  • Legislazione di settore.
  • Funzioni e compiti dei vari Servizi.
  • L’organizzazione.
  • Lavorare in gruppo.
  • L’ascolto.
  • La conduzione del colloquio.
  • La relazione di aiuto.
  • La valutazione del bisogno e la programmazione dell’intervento.
  • Il lavoro di rete, come metodo e filosofia dell’intervento.
  • Gli strumenti e le modalità di documentazione.
  • Lettura del territorio: bisogni e risorse.
  • L’immigrazione nel territorio viterbese.
  • Preparazione alle principali forme di comunicazione (parlare in pubblico, realizzare un comunicato, creare un manifesto, gestire un gruppo,…
  • Utilizzo degli strumenti informatici per l’Office Automation ed il Web