Presentazione

Il Servizio Civile

 

News

  Bando 2017!!!  

I volontari atualmente in servizio: Armando, Elia, Valeria, Daniela, Simone, Harouna.

 


La Caritas diocesana  prosegue il proprio impegno sul versante del Servizio Civile Nazionale (legge 64/2001), attraverso il progetto Accoglienza e promozione nella società globale - Viterbo 2016 che è stato inserito all’interno del bando di concorso  pubblicato il 23 maggio 2016 dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.

Il progetto prevede l'impiego di sei volontari - di età compresa tra 18 e 29 anni (non compiuti) - che per 12 mesi e 32 ore settimanali opereranno principalmente presso il Centro d'Ascolto e la Mensa Caritas.

Il progetto, disponibile sul sito di Caritas diocesana, è volto ad aiutare in vari modi chi è in difficoltà, in un mondo dove, come scrive papa Francesco nella Evangelii Gaudium, “si è sviluppata una globalizzazione dell’indifferenza”, dove “diventiamo incapaci di provare compassione dinanzi al grido di compassione degli altri… né ci interessa curarci di loro, come se tutto fosse una responsabilità a noi estranea”. Il progetto mira inoltre ad affermare i valore universali della pace raggiungibile attraverso la giustizia e la nonviolenza.

Il servizio civile offre a ragazze e ragazzi un anno di formazione, di crescita umana, civile e di fede, insieme a una retribuzione economica (di 433 euro mensili) ed al riconoscimento di crediti e tirocini presso alcune università. 
La Caritas chiede ai ragazzi motivazione, spirito di servizio, capacità relazionali.

Il termine per la presentazione delle domande di partecipazioni è scaduto alle ore 14,00 del giorno 26 giugno 2017. Le fasi selettive si sono concluse il 19 luglio u.s.

Le Graduatorie definitive sono visibili a tutti dal 28 agosto presso la sede Caritas in p.zza Dante, 2 a Viterbo. I candidati, provvisti di nome utente e password, possono accedervi anche cliccando qui sotto (l'accesso sarà registrato ed avrà valore di dichiarazione di di presa visione):

Graduatorie bando di concorso 2017


LE MOTIVAZIONI E I VOLTI DI UN IMPEGNO PER LA PACE

Da tempo constatiamo, nella nostra società, una crisi di quegli ideali di pace e di giustizia che a partire dagli anni '60 lasciavano sperare in un mondo migliore. Soprattutto tra i giovani prevale una quotidianità sempre più legata a meri interessi personali; l’attenzione per i poveri, la passione per la pace, la partecipazione attiva alla vita della Chiesa sono valori sempre più assenti.

La Caritas ha sempre cercato di promuovere questi ideali, e, proprio per questo, dal 1979 si è assunta la responsabilità di organizzare prima il servizio civile degli obiettori di coscienza (oltre 100.000 giovani hanno riposto da allora al 2005), e poi il Servizio Civile Nazionale (legge 64/2001).

La nostra Caritas diocesana ha accolto ben 143 obiettori di coscienza dal 1984 al 2005, anno di sospensione della leva obbligatoria, dopodiché ha proseguito il proprio impegno con il Servizio Civile Nazionale, attraverso il progetto Accoglienza e promozione nella società globale che consente ai ragazzi:

  • di farsi concretamente prossimo per i poveri, arrivando fin dentro gli ambiti in cui essi vivono quotidianamente, comprendendo le loro problematiche ed interpretandole all’interno dell’attuale contesto socio-politico globale;
  • di "concorrere…alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari" (come voluto dalla legge 64/2001);
  • di "favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale."

Il loro servizio si svolge principalmente presso il Centro di Ascolto e la Mensa Caritas, e prevede un insieme organico di mansioni (descritte nel progetto) che vanno dalla semplice accoglienza ai più complessi lavori di rete (come quello di Appuntamenti di pace). 

Una dimensione rilevante del servizio è quella della Formazione, che mira sia a preparare i giovani alla specificità del servizio da svolgere, che a favorire una crescita personale generale, secondo i principi della giustizia, della solidarietà, della cittadinanza responsabile. Il Programma di formazione viene svolto in sede, ad eccezione di 3 momenti, ad inizio, a metà e a fine servizio, che consistono in brevi corsi residenziali a livello regionale, insieme ai ragazzi delle altre Caritas laziali.


Riferimenti generali:

 

Archivio eventi

2016 - 2017

Altri eventi

 

 

I volontari in servizio nel 2015 : Borantina, Paulina, Francesca Romana, Filippo, Daniele, Edoardo.

 

I volontari in Servizio Civile 2014 : Maria Rita,      Giulia C., Alessia, Giulia P., Fabrizio, Maria Elena.

 

I volontari del Servizio Civile 2012: Laura, Elisa, Valentina,
 Saran, Vanessa, Giacomo, Mario (il responsabile).


I volontari del Servizio Civile 2011: Catia, Stefania, 
 Simone, Chiara, Mario (il responsabile), Claudio, Stefano.


I volontari in servizio dal 
28 settembre 2009: Claudio, Alessandro, Eleonora, Cristina, Antonella, Angelo


I volontari dell'anno 2008-2009

 


Le ragazze del 2007-2008 (con il responsabile)


Le ragazze in servizio civile nel periodo 2006-2007 (con il responsabile)


Le prime ragazze in servizio civile alla Caritas,
 nell'anno 2005-2006


Alcuni obiettori in congedo


La pace prima che traguardo, è cammino. Se è così, occorrono attese pazienti, e sarà beato, perché operatore di pace, non chi pretende di trovarsi all'arrivo senza essere mai partito, ma chi parte ". (don Tonino Bello, vescovo con il grembiule 1935-1993)
 
 

I CENTRI OPERATIVI

   

Centro Operativo

Indirizzo

Telefono - Fax

Centro d'ascolto 
CARITAS

Piazza Dante Alighieri, 2/4 Viterbo

0761/303171

Mensa CARITAS

Piazza S.Leonardo, 1 Viterbo

0761/303523